Interior Design Academy Milano

Lo spazio, nello spazio

Sono la mia cliente più difficile.

A fine luglio avevo deciso che lo studio aveva bisogno di un restyling, io ne avevo bisogno. E allora eccomi a fare i conti con lo spazio nello spazio.

Se mi segui e mi conosci sai che i mie ambiti professionali sono:

 

 

E queste due realtà convivono di un unico spazio. Seppur “legate” tra loro da un comune denominatore, hanno esigenze diverse.

 

Questo progetto è nato così, dalla consapevolezza di rispondere meglio alle necessità del mio lavoro.

 

Mi sono ritrovata professionista e committente al tempo stesso e mi sono scoperta una cliente difficile, diciamo pure una bella rompiscatole.

Sono molto legata al mio spazio in via Voghera, mi piace molto, lo sento mio, è il mio “rifugio” e cambiarlo era difficile, oltre alla questione economica tutt’altro che trascurabile.

Lo studio è di circa 25 mq, bagno incluso. Ma il suo limite non è lo spazio, era la convivenza durante i corsi dell’Academy: io non riuscivo a concentrarmi e a lavorare, i corsisti con me lì erano più inclini alla distrazione 😉

Poi c’erano altri punti deboli oltre alla sovrapposizione tra me, gli allievi e i docenti:

 

  • pochi elementi contenitivi e funzionali
  • confusione e disordine.

 

Allora ho pensato che gli spazi abitativi o lavorativi sono un po’ come le matrioske o come un tetris.

A incastro.

 

Ho realizzato due ambienti con un elemento divisorio, senza chiudere. Uno spazio nello spazio: cioè un ambiente per accogliere ed ospitare docenti e corsisti dell’Academy e un altro per me, dove poter lavorare ai miei progetti anche durante le giornate di corso. Così ho ottenuto:

 

  • una migliore organizzazione e maggiore funzionalità
  • totale sfruttamento delle pareti  

 

Due ambienti con un elemento divisorio che non toglie spazio, né luce, ma aggiunge personalità e stile.

Scrivere questo post è stato più faticoso di altri, l’ho scritto, riscritto, letto, riletto senza mai decidermi di pubblicarlo, fino ad oggi.  Forse perché assomiglio molto al mio studio, così com’è ora: più parti e un piccolo seme nascosto.

 

Iscriviti alla Revival•letter 

Ogni mese ti racconto di styling, di interior design, di novità interessanti che non puoi perdere e qualche volta anche di me



No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: