Progetto di lighting design

Fenomeni luminosi

Nella casa in cui sono cresciuta i punti luce erano rigorosamente a soffitto e al centro della stanza. Correvano gli anni ’60 e poco importava se i corpi illuminanti fossero poco o scarsamente funzionali ad illuminare gli ambienti.

 

È solo dopo la seconda guerra mondiale che negli Stati Uniti si fece largo la nuova filosofia dell’illuminazione che andava oltre ai soli aspetti quantitativi. La progettazione cominciò a prendere in considerazione anche gli aspetti qualitativi della luce.

 

Si iniziò così a parlare di lighting design, ossia “progettare con la luce e progettare la luce”

 

In un progetto d’interni lo studio delle luci non dovrebbe essere l’ultimo elemento da prendere in considerazione, invece nella pratica spesso viene trascurato.

 

Gino Sarfatti diceva: “illuminare significa dar luce ovunque noi siamo”

 

Come e quando si progettano le luci?

Il punto di partenza deve essere la sensazione di comfort luminoso. Da questo dipende la buona riuscita di una ristrutturazione o di un restyling d’interni.  In fase di ristrutturazione l’impianto elettrico deve essere accuratamente pensato in funzione dell’effetto luminoso finale desiderato, in modo da non trovarsi a lavori completati nella spiacevole situazione di dover stravolgere tutto. 

 

Da chi è formata la squadra?

È importante per un progettista accompagnare il cliente nella scelta dei corpi illuminanti, per consigliarlo nelle scelte illuminestetiche e non solo sull’aspetto decorativo del corpo illuminante.  Inoltre è necessario il supporto di un illuminotecnico esperto  che spieghi caratteristiche e vantaggi dei differenti prodotti. La collaborazione con un fornitore di fiducia è fondamentale per un interior designer. 

 

Oggi si affrontano complessi progetti di lighting design dove a concorrere per la loro buona riuscita sono lo studio delle:

 

  • Caratteristiche della percezione luminosa
  • Luce naturale e artificiale
  • Tipologie di sorgente luminosa
  • Tipologie di emissione luminosa
  • Tipologie di applicazione
  • La scelta dei corpi illuminanti

 

Così come la buona riuscita di un progetto di lighting design deve tener conto di questa vastità di aspetti, è altrettanto  fondamentale la formazione del progettista per affrontare i progetti stessi.

 

Ritengo che anche chi lavora in azienda potrebbe aver bisogno di aggiornare o completare le proprie conoscenze, così come il professionista, per questo il prossimo workshop, sabato 19 e domenica 20 gennaio 2019, è aperto anche a chi lavora in azienda. 

 

Nell’anno nuovo le luci della ribalta si accenderanno sul lighting design, vieni in scena con noi?

Iscriviti alla Revival•letter 

Ogni mese ti racconto di styling, di interior design, di novità interessanti che non puoi perdere e qualche volta anche di me



No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: